I Migliori Hotel di Torino - Torino Hotel Consigliati - Offerte Hotel I migliori Ristoranti di Torino - Dove mangiare bene a Torino - Ristorante Torino I migliori Negozi di Torino - Shopping a Torino

Torino Hotel e Guida Turistica

Torino cosa vedere
Cosa vedere a Torino
Seconda città per popolazione del nord Italia, Torino è una metropoli dinamica, interessante dal punto di vista artistico con splendidi esempi di architettura barocca ed eccellenti musei ...

Leggi Tutto
I migliori Hotel di Torino
I Migliori Hotel di Torino
A Torino Hotel e Bed & Breakfast di buon livello ti aspettano per la tua vacanza. Per un piacevole weekend o per le tue vacanze a Torino, scopri tutti gli Hotel consigliati da Torinohotel.it ...

Leggi Tutto


LA CITTA' DI TORINO

Torino Mole Antonelliana Visitando Torino si potranno ammirare: la Mole Antonelliana, grandiosa opera dell'Antonelli simbolo di Torino che ospita il Museo Nazionale del Cinema, unico in Italia e tra i più importanti del Mondo, Palazzo Reale, Palazzo Madama e Palazzo Carignano, la Basilica di Superga e la Gran Madre di Dio

Torino è la quarta città italiana per popolazione, la terza per movimento economico nonché uno dei maggiori centri universitari, culturali e scientifici del Paese. È stata la prima capitale d'Italia.

Molto importanti le collezioni d'arte: la Galleria Sabauda, la Galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea (GAM)secondo museo di arte moderna in Italia con 5.000 dipinti e 400 sculture. In occasione delle festività natalizie, le luminarie di fine anno sono affidate anche ad artisti contemporanei: la manifestazione Luci d'artista che va da novembre a metà gennaio.

Assai attiva in campo musicale, Torino è sede di uno dei principali conservatori italiani ed europei e di prestigiosi teatri quali lo storico Teatro Regio in Piazza Castello, il Teatro Colosseo, il Teatro Carignano, il Teatro Nuovo e lo spettacolare Auditorium del Lingotto. Promuove importanti iniziative musicali quali Settembre Musica, il Festival Torino Jazz, il Free Traffic Festival, che ospitano ogni anno alcuni tra i più grandi esponenti mondiali della musica contemporanea.

Torino è inoltre nota sia per la produzione metalmeccanica della fabbrica automobilistica FIAT e al suo indotto, sia per la produzione della cioccolata e del cioccolatino gianduiotto (che prende il nome dalla maschera locale Gianduja).

La città di Torino e i suoi dintorni inoltre sono abbellite dalle numerose Residenze Sabaude, Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'UNESCO.

STORIA DI TORINO

Torino Gran Madre di DioI più antichi insediamenti dell'area dell'attuale Torino risalgono al III secolo a.C., con piccoli villaggi di tribù celto-ligure appartenenti al gruppo dei Salassi. L'origine vera e propria della città può essere comunque fatta risalire al castrum costruito durante le guerre galliche di Giulio Cesare. Nel 29 fu eretta a colonia con il nome di Augusta Julia Taurinorum da cui deriverà poi il nome moderno.

Dopo la caduta dell' Impero Romano Torino passò sotto il controllo degli Ostrogoti, dei Longobardi, e dei Franchi di Carlo Magno. Nel 940 fu fondata la Marca di Torino, controllata dalla cosiddetta dinastia arduinica che con il figlio di Umberto Biancamano (fondatore della casa Savoia) portò la città sotto l'influenza della dinastia savoiarda.

Dopo alterne vicende che videro, nei secoli seguenti, anche l'erezione della città a libero comune, Torino venne inglobata definitivamente nei possedimenti dei Savoia che nel frattempo avevano ottenuto l'elevazionne al rango di duchi. Nel XVI secolo, dopo una prima fase di occupazione da parte dell'esercito francese la città divenne capitale del ducato di Savoia, che precedentemete aveva gravitato su Chambery e venne dotata di mura moderne e di una cittadella pentagonale.

Nel 1713 i duchi di Savoia ottennero il titolo di re, prima di Sicilia e poi di Sardegna, e Torino divenne la capitale del regno. Dal 1861 al 1865 Torino fu la capitale del nuovo Stato unitario, per passare poi questo titolo a Firenze e, dal 1870, a Roma.

Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, da Torino ebbe inizio una ondata di scioperi nella grande industria che coinvolse quasi tutto il nord Italia e segnò la ripresa del movimento antifascista. Dopo il secondo dopoguerra Torino fu il simbolo della crescita economica dell'Italia, che attirava migliaia di immigranti dal sud dell'Italia per via delle richieste di manodopera negli stabilimenti automobilistici.